7 dubbi su Marco Colarossi che fa politica

Colarossi Marco blogger

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

testata colarossi

Se pensi che sei troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara

(Dalai Lama)

Così si presenta sul suo blog l’adolescente Marco Colarossi che fa business e politica come fosse un gioco!

Qualche giorno fa leggo questo nome sul web… poi, con mia grande sorpresa, lo ritrovo in prima serata (più o meno prima serata) a Piazzapulita. Allora inizia a cercare informazioni su questo ragazzo, perchè, effettivamente, qualcosa non mi suona “naturale” in tutta la faccenda. Ascoltate il suo intervento nel talk show di Corrado Formigli…

Intervento impegnativo, diretto e chiaro. Forse troppo chiaro per essere una ragazzo di 14 anni. Allora, incuriosito, ho continuato le ricerche visto che, da pubblicitario e marketer, mi affascinano questi tipi di trovate “sensazionalistiche” che esplodono in tempi brevissimi e fanno parlare l’opinione pubblica per mesi, o magari per anni!

Partiamo dall’inizio. Un ragazzo di 14 anni tanto bravo a parlare di politica con tanti articoli scritti sul suo blog www.marcocolarossi.it!  Marco frequenta l’istituto tecnico commerciale Luigi di Savoia Duca degli Abruzzi. Fa il primo superiore!

Colarossi Marco bloggerPRIMO DUBBIO: Io scrivo su alcuni blog  e so quanto tempo ci voglia per elaborare un testo compiuto e ben fatto, capace di essere rintracciato dai motori di ricerca ed etichettato come “autorevole” tanto da portare l’articolo, e quindi il blog, in prima pagina su Google oppure Yahoo. Più l’argomento è importante e più questo lavoro aumenta: come fa Marco ad aver scritto tanti articoli in pochi mesi che riguardano argomenti politici ed aver continuato a frequentare la scuola?

SECONDO DUBBIO: Da ricerche effettuate attraverso Tool specifici (questo ad esempio) il dominio è stato registrato soltanto pochi mesi fa (a Gennaio 2014) e da HostxHost Gaming Italia s.r.l. , un’azienda piccola rispetto alla maggior parte degli altri operatori di settore! Marco Colarossi, a soli 13 anni o poco più, già conosceva tanto bene il web a tal punto di scegliere un Hosting fornito da un’azienda praticamente introvabile attraverso semplici ricerche su Google? Oltretutto, in soli 7 mesi, il blog ha raggiunto la posizione Rank Alexa 25470 per l’Italia, non considerando ancora il prossimo aggiornamento? Per non fosse tecnico di settore, questo è un risultato veramente importante che permette posizioni sui motori di ricerca davvero rilevanti!

TERZO DUBBIO: Questo ragazzo dice di fare tutto ciò per passione. E’ vero, di ragazzi ne conosco molti e di passioni se ne trovano di tutti i colori a questa età! Ne ho sentite di cotte e di crude: passione per il calcio, per la bicicletta, per le automobili, per le ragazze, per lo studio, per la scienza, per il bullismo (* spiegazione in fondo all’articolo)… ma un ragazzo di 14 anni che parla di politica facendo credere a tutti di aver compreso il senso del bene comune, della legislazione e del funzionamento delle istituzioni… questo ancora non l’avevo provato! Forse, dico forse, considerando che potrebbe aver iniziato a capire ciò che leggeva dai 12 anni in su (perchè i testi legislativi sono un pò complicati anche per i 18enni), in due soli anni ne dubito che abbia imparato tanto da poter essere considerato critico politico! La laurea non è unico sinonimo di cultura, questo lo ammetto, ma c’è gente che studia 20 anni prima di potersi permettere di fare il critico o il politico! Poi non escludiamo una sua spiccata sensibilità verso alcuni problemi sociali, ma per il resto… resta un mio dubbio!

QUARTO DUBBIO: In pochissimi mesi ha raggiunto livelli altissimi di posizionamento e notorietà. Ha 1348 iscritti sul suo Canale Youtube (l’ultimo è il mio), 700 seguaci e 4000 amici su Facebook (profilo personale), un blog con Rank straordinario, mentre non sembra attivo su Twitter. Oltretutto, se posso avere qualche dubbio, è presente al fianco di Beppe Grillo e in alcuni talk show televisivi e riesce a concludere un’intervista a Dario Fo! Beh… veramente in gamba questo ragazzo! In uno dei suoi video racconta di una critica mossagli da un giornalista dell’Unità in merito al posizionamento della bandiera Italia in un suo intervento su YouTube. 

QUINTO DUBBIO: Altri bambini/ragazzi hanno parlato al mondo in altri tempi ed in diverse occasioni. Ricordiamo Iqbal Masih oppure Severn Cullis Suzuki  ! Però tutti avevano storie da raccontare, sempre Marco-Colarossi“drammatiche” e loro personali! Erano testimonianze e basta, senza televisioni e politica di mezzo. Questo ragazzo va un pò oltre…

SESTO DUBBIO: Il blog di Marco è stato creato, come si legge in fondo al Footer del sito, da Pio Castelluccio, un altro bambino (almeno come appare sul profilo facebook) che vive a 450 Km da Roma e che non inserisce alcuna sua informazione personale sul social network. Strano che un quattordicenne non utilizzi Facebook in maniera completa, strano che il sito venga creato da un ragazzo tanto distante dalla residenza di Marco Colarossi, ancor più strano che un giovane di questa età sia in grado di crearlo e spingerlo (a parte il contenuto ovviamente), così in alto sui motori di ricerca. I profili Facebook di Marco Colarossi e Pio Castelluccio sono accomunati dalla loro amicizia… altro non esiste! E per finire, Marco dispone di una grafica ben fatta e studiata (vedi canale You Tube). Tutta farina del suo sacco? (Risposta data sul video di risposta)

SETTIMO DUBBIO: Sul blog c’è ovviamente tanta pubblicità e considerando il posizionamento sui motori di ricerca il sito riceverà un bel pò di introiti derivanti dai banner inseriti da Adsense. Qualcuno ha creato un account (lui no di certo perchè minorenne), ha impostato un proprio conto bancario e guadagna su questo ragazzo! Spero almeno che avrà il tempo e le capacità per spendere un pò di quei soldi! (Questo dubbio, per ora, è sciolto direttamente da Marco sul video)

CONSIDERAZIONI: Il movimento Cinque Stelle si è sviluppato sulla scia emotiva di Grillo che ha cambiato gli schemi della politica tradizionale e si è “buttato” in piazza per fare spettacolo e trasmettere il suo pensiero politico (più che suo di Casaleggio). Viviamo nell’epoca della comunicazione digitale ed emozionale nella quale i bambini e le donne (ma anche altre categorie considerate pure, buone, da proteggere…) fanno pubblicità con la sola parola o soltanto con lo sguardo. (leggete questo mio articolo per approfondimento) ! Dario Nardella, ieri sera 2 Ottobre 2014 a Piazzapulita, attaccato da un bimbo di 14 anni con la faccia simpatica ed una lunga scia di follower piacevolmente colpiti da tanta naturalezza, poteva rispondere a tono o con giustificazioni “politiche” al suo intervento? No, secondo me no… Sarebbe un pò come se un grande calciatore rispondesse con tutta la sua grinta e potenza (anche fisica) alla provocazione di un buon giocatore di paese quattordicenne che mostra un giochetto di prestigio col pallone! Il giocatore professionista non potrebbe far altro che rispondere con complimenti e con l’affermazione: “continua così, potresti avere un futuro da calciatore!” 

L’esempio “sociale” che questo ragazzo (o magari di chi lo strumentalizza portandolo in TV o chi paga denari per sviluppare la sua piattaforma digitale) sta dando è che a 14 anni è possibile non studiare per seguire le ali della notorietà e che tutti possono credere di poter dare soluzioni a problemi totalmente fuori la loro portata. Certo, l’idea di democrazia che abbiamo oggi in Italia è alquanto disorganizzata, ma questo non farà altro che peggiorare le cose. Ci pensate? Dopo l’ex comico o lo scout adesso anche i bambini…

Buona navigazione nel mio blog

Daniele Bielli


LA RISPOSTA DI MARCO A QUESTO ARTICOLO


“L’uomo saggio rifugge tanto dall’essere contraddetto quanto dal contraddire.”

BALTASAR GRACIÀN

Accade invece che, quando ci si trovi in disaccordo su qualche punto, e quando l’uno non riconosca che l’altro parli bene e con chiarezza, ci si infuria, e ciascuno pensa che l’altro parli per invidia nei propri confronti, facendo a gara per avere la meglio e rinunciando alla ricerca sull’argomento proposto nella discussione.” 

SOCRATE

“Qual è la condizione essenziale del dialogo? È la capacità di porsi dal punto di vista dell’altro.”

PAOLO FLORES D’ARCAIS

Eccomi di nuovo, prometto che questa volta metterò le virgole!

La risposta di Marco da un certo punto di vista mi rassicura: si vede che è un giovane di 14 anni con tanta voglia di fare, buone capacità informatiche, molta ironia ed uno spiccato senso di responsabilità nei confronti della politica italiana. Cosa che invece mi lascia un pò perplesso sono i toni con i quali Marco “fa” questo video!

Scriverò poche righe (o qualcosa in più), oggi, perchè non ritengo molto dignitoso rispondere a chi commenta ad una serie di domande poste sul proprio conto (quando si è un personaggio pubblico ci si deve aspettare un contraddittorio, magari produttivo…), producendo un video dai toni aggressivi, con ripetuti sbeffeggiamenti e con la minaccia finale di denuncia per diffamazione! Oltre a ritenere poco “nobile” una provocazione simile fatta pubblicamente, la ritengo anche poco adatta al contesto visto che, a partire dal titolo dell’articolo, fino ad arrivare all’ultima frase, i punti di domanda sono decine, facendo trasparire la voglia di comprendere una situazione a me (come a molti) poco chiara e, se vogliamo, lodevole per molti aspetti! Ma certo, il pubblico, gli ascoltatori o gli elettori in genere, chiedono trasparenza, testimonianza, competenza e solidità della persona che andranno a seguire…

Resta il fatto che, come detto inizialmente, delle impressioni positive le ho avute su questo ragazzo, essendo, io stesso, promotore di iniziative attive da parte dei giovani, avendo un’idea di Politica che va oltre la semplice definizione “di uso comune” del termine.

Non sono affatto contro Marco Colarossi (ho modificato il cognome e me ne scuso dell’errore), ma di certo contro chi, in maniera consapevole, lo strumentalizza per fare propaganda. Marco certamente sta creando tutto ciò per passione, ma è innegabile che altri stanno usando la sua immagine per accrescere la propria (qui un approfondimento).

RISPOSTE DIRETTE A MARCONon ho scritto questo articolo per pubblicizzare questo blog. E’ un blog di 8 articoli, senza banner pubblicitari e non è di certo la mia principale attività. L’ho fatto per le tue stesse motivazioni, ovvero, dire la mia su ciò che vedo e sento ogni giorno sulla rete o in TV.

Marco, ho il diritto anche io di avere delle perplessità su ciò che vedo o sento in giro? 7 dubbi sono 7 dubbi, non certezze! Mi sarei aspettato una risposta senza rancori… eppure, pubblicamente, sembra tu ne abbia mostrati!

Ho molti dubbi anche sul M5S. Anche questo credo sia un mio diritto! Oltretutto, così come per il Movimento che tu segui, ne ho molti altri anche su tutto il resto dei partiti! E non credo, sinceramente, che questa sia una stranezza in Italia…spero!

Non volevo certo offendere la tua persona, anzi! Se ho scritto qualcosa su di te è perchè consideravo la possibilità di aprire un dialogo che magari avrebbe portato a capire meglio la tua “Politica”… perchè tu ovviamente ne fai! E per politica intendo, come immagino anche tu, la possibilità di intervenire su argomenti riguardanti l’intera popolazione del nostro Paese e di guardare ai possibili cambiamenti con lo scopo di migliorare le condizioni di vita di tutti noi! La Politica che si dovrebbe occupare del bene di tutti: del bene comune!

Sulla rete si trovano molte domande su ogni argomento/personaggio che cavalca l’onda della notorietà! Considerazioni che a volte sembrano provocatorie, ridondanti o magari banali, ma la rete è per tutti e “quasi libera” (grande conquista di democrazia). Quest’articolo, simpatico, di Beppe Grillo, ne è prova!

Quindi, per concludere, mi scuso con te se ti ho “offeso” personalmente, ma il mio diritto di commentare ciò che accade nel mio Paese non me lo può togliere nessuno! Ho modificato, per inciso, il titolo dell’articolo togliendo l’unica parola che probabilmente era “non vera”: Business. Il resto lo mantengo così!

Se vuoi aggiornamenti sulle posizioni del tuo blog, visto che non sai cosa sia (come affermi nel video), hai scavalcato altre migliaia di posizioni su Alexa e sei arrivato ad essere il sito n. 18081 in Italia!

Ti faccio un in bocca al lupo per le tue attività e mi terrò, ovviamente, aggiornato! Grazie anche per non avermi tolto l’amicizia su Facebook…


Per comprendere meglio le mie ricerche e le mie perplessità sul M5S:

IL BLOG DI UN SINDACO USCITO AL MOVIMENTO 5 STELLE (INDIGNATO E DELUSO)

UN BLOG MOLTO INFORMATO SULLE DINAMICHE INTERNE AL M5S

IL LIQUID FEED BACK IN FASE DI TEST ANCHE DAL M5S

RIFLESSIONE DI UN’ATTIVISTA 5 STELLE SULLA DEMOCRAZIA INTERNA AL MOVIMENTO

Buona lettura

Commenti

commenti

Consigliati per te

3 comments

  • logicamenteweb

    E comunque se sulla sua pagina facebook si è fermato a 2600 mi piace… ne sono rimasti pochi di Grillini attivisti è?!

  • Massimo Lazzari

    Caro Daniele, conosco il Colarossi e ho seguito il suo evolversi, ti assicuro che quanto scrivi sono solo seghe mentali. Dietro il Colarossi c’è Marco Colarossi, è un mostriciatto del web.
    Amen.

    • Si Massimo, possibile… ma permettimi il dubbio! E’ tuo diritto commentare il mio articolo e per questo ho lasciato lo spazio commenti libero e senza necessità di moderazione, ma è anche mio diritto fare un commento di ciò che vedo! Questo ragazzo è un blogger che ha avuto grande successo dopo le comparse in TV… Ci sono altri personaggi del web come Salvatore Aranzulla (che stimo) i quali sono arrivati in alto (visibilità ed autorevolezza) senza nessun aiuto mediatico… ma loro, ovviamente, non fanno politica e quindi non fanno audience! A me piace criticare tutto ciò che vedo e che leggo… a te no? Mi dici che sono seghe mentali quelle che scrivo quindi piace anche a te! Leggi anche altro magari… non fidarti di me! https://ilmerdone.wordpress.com/
      AUGURI DI BUON NATALE !