Cambia l’algoritmo di Facebook

EdgeRank logicamenteweb

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Ricordate EdgeRank, l’algoritmo di valutazione delle news feed di Facebook? ebbene, da qualche settimana sta cambiando profondamente  ed i risultati, almeno per certi aspetti, stanno già giungendo sulle nostre bacheche! EdgeRank è, in poche parole, l’algoritmo di Facebook che assegna ad ogni contenuto presente sul più grande Social Network al mondo, un “punteggio” numerico il quale permette a quella determinata notizia di essere più o meno presente sulle nostre bacheche.

EdgeRank assegna “l’importanza” di ogni contenuto in base a certi criteri che, se modificati, possono stravolgere, anche in modo sostanziale, i feed che visualizzeremo sulle nostre Home di Facebook.

L’obiettivo principale delle modifiche nell’elagoritmo che vi descriverò a breve, avranno come scopo principale quello di lasciare sempre maggiore spazio alla socialità degli utenti, privilengiando gli aggiornamenti di stato dei nostri amici a discapito delle notizie di Fan Page e Advertising.

In pratica tutto questo cosa significa? Immaginate di avere 2000 amici su Facebook e calcoliamo che ogni giorno, anche solo la metà di questi, aggiornino 2 volte il proprio stato. Dalla mattina alla sera, quindi, la nostra bacheca potrebbe essere intasata da circa 2000 nuovi EdgeRank logicamentewebstati, contenuti, link esterni, video e quant’altro. Come fa Facebook a decidere quali di questi aggiornamenti può interessarci oppure no? Ricordatevi sempre che Facebook è pur sempre un servizio che, se non fosse di altissima qualità (se non ci mostrasse contenuti interessanti), diminuirebbe inevitabilmente i propri utenti.

EdgeRank si basa su tre criteri fondamentali: L’affinità, ovvero quanto l’utente può essere interessato al contenuto dei propri amici, pagine, gruppi e l’affinità viene stabilita in base ai like, alle condivisioni e alle pubblicazioni dell’utente stesso.

Il peso, quindi il numero dei Mi Piace, delle condivisioni e dei commenti di un certo post.

Il Tempo, cioè un contenuto tanto più vive sulla rete di Facebook in maniera attiva (continua ad essere commentato, condiviso e riceve mi piace tanto più il suo punteggio Rank sarà elevato. Dopo un pò di tempo, infatti, la notizia sarà vecchia e perderà d’importanza.

EdgeRank fino a Marzo 2015

EdgeRank fino a qualche tempo fa era influenzato, in maniera sostanziale, dal numero di mi piace che riceveva. Le notizie che ricevevano più visualizzazioni (con punteggio EdgeRank più alto) erano quelle che avevano tanti like, tanti commenti e maggior numero possibile di condivisioni. Gli aggiornamenti di stato delle pagine Facebook alle quali avevamo espresso il nostro Like erano spesso visualizzate sulle nostre bacheche, anche se, in fondo, eravamo poco interessati a queste (capita di cliccare su pagine di vario genere quasi per caso, oppure di essere invogliati da post particolari, o magari di ricevere la richiesta di amici o parenti…).

Cosa sta cambiando adesso?

Facebook ora rinnova il suo algoritmo basandosi sulla richiesta, a quanto sembra, di milioni di utenti che, tramite un sondaggio pubblicato qualche mese fa (ricordate? io l’ho compilato e credo anche voi!), hanno fatto richiesta di scrematura delle notizie pubblicate sulle feednews della propria bacheca puntando ad una maggiore qualità delle stesse.

Da oggi, quindi, in ordine di importanza, i criteri con i quali EdgeRank assegnerà un punteggio a tutti i contenuti su Facebook saranno i seguenti:

  1. Condivisioni – L’utente di solito legge molti contenuti, anche se è poco interessato, ma condivide soltanto quelli ai quali tiene e ritiene veramente utili e di valore.
  2. Commenti – Scorrere sulla bacheca delle News è facile e veloce, ma commentare richiede dispendio di tempo. Se lo faccio, vuol dire che mi interessa veramente l’argomento in oggetto
  3. Like – considerato da Facebook, adesso, l’elemento meno importante ai fini della valutazione del contenuto. Cliccare su Mi piace, oggi, sembra diventato veramente troppo banale!

In parole povere, tutti quei post (o pagine) che fino ad oggi hanno ottenuto Like facili, grazie a vari stratagemmi, oggi potrebbero vedersi diminuire drasticamente le visualizzazioni se questi mi piace non saranno “sostenuti” da un adeguato numero di condivisioni e commenti. Il Clickbait

acchiappa link facebook - Click bait

Acchiappa like facebook – Clickbait

, ad esempio, è quella pratica ormai tanto conosciuta su Facebook che consiste nel creare post che assumono carattere virale grazie alla curiosità degli utenti oppure ai titoli super gonfiati. Es: Immagine che mostra 4 piedi che escono dalla coperte di un letto e titolo “Non immaginerete mai chi ci sia li sotto”. Oppure, per fare un altro esempio che capita spesso di incontrare nei mesi invernali, quei siti meteo che propongono titoli quali: “in arrivo super tempesta sull’Italia”, “Gelo artico e super nevicate”.

Un ulteriore elemento (parametro) che è stato aggiunto appositamente per il controllo della qualità dei link che puntano a siti esterni è il tempo di visualizzazione del singolo contenuto. O meglio, se l’utente clicca sul link grazie al “super titolo” e poi ne esce subito a causa della scarsa qualità o del contenuto che non risponde alle aspettative, Facebook assegnerà un punteggio minore nell’EdgeRank.

I video saranno sempre più frequenti sulle nostre bacheche. E’ facebook stesso che afferma che nei prossimi anni la maggioranza dei contenuti sul più esteso social network al mondo diverranno sempre più sotto forma di video.

CONCLUSIONI

In breve, il nuovo EdgeRank, cambierà i criteri attraverso i quali verranno scelte le notizie che compariranno sulle nostre NewsFeed. Le pagine Facebook, anche se avranno numerosi Mi piace, perderanno visualizzazioni se non avranno anche commenti e condivisioni al seguito. Se vorremo mantenere alte le visualizzazioni dei nostri post, sia per pagine che per profili privati, dovremo alzare il livello di qualità degli stessi.

Sulle nostre bacheche avremo molti più aggiornamenti di stato dei nostri amici a discapito di Fan Page o post pubblicitari. Verranno oltretutto tolti quei noiosi aggiornamenti sui Like dei nostri amici (ricordate? Antonio ha appena messo Mi Piace su XXXXXX).

I contenuti non pertinenti con la categoria delle Fan Page verranno rapidamente decurtati del punteggio necessario per comparire sulle bacheche dei propri follower.

Per concludere vi mostro un esperimento fatto su una delle mie fan page: Due post totalmente pertinenti con la categoria d’iscrzione della pagina ed uno alquanto fuori dalle righe! Facile notare la differenza di raggiungimento degli utenti fan della Pagina…

POST OTTIMALE EDGERANK FACEBOOK

post attinente Fan Page EdgeRank

 

POST NON ATTINENTE EDGERANK FACEBOOK

post non ottimale EdgeRank

 

POST OTTIMALE EDGERANK FACEBOOK

Post ottimale EdgeRank Facebook

Commenti

commenti

Consigliati per te