Come creare pubblicità su Google Adwords “Parte 2″

pagerank ricerca parole chiave adwords

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Come creare pubblicità su Google Adwords “Parte 2″ fa parte di una guida semplice ed intuibile alla creazione di campagne pubblicitarie Google. Clicca QUI per la parte 1.

cerca parole chiave Google Adwords

Definire le parole chiave (Keywords)

Passiamo ora alla ricerca delle parole chiave che utilizzeremo per la creazione della nostra campagna Adwords. Dopo aver definito il dominio di competenza nella prima parte della guida, possiamo ora seguire il ragionamento che ci porterà ad avere una lista di parole/frasi chiave che andremo ad inserire all’interno dei pagerank ricerca parole chiave adwordsparametri Adwords. Ricordiamo che tra le procedure orientate al posizionamento sui motori di ricerca, l’impostazione delle giuste query (chiavi) è determinante. Vi consiglio vivamente di seguire questi semplici passi  prima di iniziare a ragionare sui termini da utilizzare:

  1. Analizzo bene il mio sito (prodotti, parole utilizzate, quantità (numero) di parole chiave esistenti
  2. Verifica della SERP per parole chiave con relativo studio dei competitor
  3. Ricerca di Blog, Forum ed altri siti per lo studio delle keywords utilizzate da altri
  4. Pensa all’offline come possibile bacino di termini correlati con il tuo Dominio di competenza
  5. Mi faccio aiutare da Tool per la ricerca di Keywords

Analisi del proprio sito web

E’ fondamentale. Molte volte non ci rendiamo conto che stiamo pubblicizzando parole chiave che non sono contenute nel nostro sito e che quindi “pagheremo” in caso di Click, ma termineranno con un nulla di fatto! I navigatori del web entreranno nel nostro sito per pochi secondi e poi usciranno senza aver convertito questa azione in acquisti/richieste contatto. Ricordate sempre che quando una persona entra sul nostro e-commerce può fare due cose: Acquistare e chiedere preventivi oppure uscire senza nulla di fatto! Da cosa dipenderà l’una o l’altra azione? La pubblicità perfetta certo non esiste, ma avere una landing page adeguata, utilizzare le giuste keywords e poter disporre di un sito bello e navigabile aiuteranno notevolmente i risultati ottenuti!

Analisi dei competitor tramite SERP

Una prima analisi che tutti fanno è la ricerca delle stesse parole chiave sulle quali vorrebbero impostare la propria pubblicità sui principali motori di ricerca. Il numero dei risultati, però, non può essere considerato come assoluto e valido senza dovute osservazioni. Ci sono infatti ricerche che producono poche decine di migliaia di risultati ma appartengono a siti ben indicizzati di competitors assai duri da scalzare oppure, d’altro canto, ricerche con milioni di risposte, ma senza colossi virtuali da “superare”.  Ulteriore controllo che possiamo fare è la presenza e la quantità delle nostre keywords all’interno dei titoli e delle descrizioni delle pagine dei nostri avversari. Meglio sapere prima quanta resistenza avremo da parte loro e quanto potremo essere competitivi con quelle parole chiave.

Fate attenzione che tra i vari parametri con i quali Google stabilisce il posizionamento di un sito o di una pagina sul motore di ricerca ci sono gli inbound links. Gli inbound links sono i link che puntano ai nostri siti “avversari” e che li rendono molto più forti del nostro… e Adwords non può certo fare miracoli! Loro stanno sopra di noi e non spendono nulla. Una semplice ricerca potete farla scrivendo sulla barra degli indirizzi link:www.nomesito.it (per Google) oppure linkdomain:www.sito.com (per Yahoo). Esistono, se volete, Tool ben più precisi e con la possibilità di scaricare in formato .xls i risultati ottenuti (consiglio solo per campagne Adwords professionali) – LINK HARVESTER – HUB FINDER

Avrete infine la possibilità di “spiare” letteralmente i vostri concorrenti. Come fare? Utilizzate queste applicazioni/servizi e scoprirete: Page Rank, età del Dominio, Rank di Alexa, presenza e numero in siti di social bookmarks come Technorati, Delicius, Dmoz…numero di link ecc! Utilizzate pure questi Tool e “spiate” meglio possibile i vostri concorrenti:

 Ricerca di blog, siti o forum del nostro stesso settore commerciale

Oltre a quanto detto vi consigliamo di studiare ciò che gli appassionati del settore, i vostri clienti e tutte le persone interessate cercano e scrivono in merito ai vostri prodotti/servizi. Questa ricerca servirà a comprendere tramite quali keywords le persone arrivano al vostro prodotto e quali considerazioni girano sul web. Ricordate sempre che non tutti ragionano “web”. Molti fanno ricerche generiche per poi definire passo dopo passo la loro esigenza. Se riuscirete a codificare queste “esperienze” in parole chiave avrete raggiunto molti più clienti.

Pensa all’offline come possibile bacino di termini correlati con il tuo Dominio di competenza

Con lo stesso criterio del punto precedente sarà necessario individuare tutte le fonti possibili di parole chiave per cogliere le varie sfumature “comunicative” con le quali i nostri potenziali acquirenti/clienti potranno cercare di trovarci! Faccio spesso questo esempio, parlando con alcuni miei colleghi: “se impostiamo una campagna Google Adwords utilizzando solo parole chiave banali e scontate (di primo livello) ci faremo trovare soltanto da persone che sanno scrivere bene!!! Se invece inseriamo key ben strutturate e ricercate allora verremo trovati da tutti!”

 Mi faccio aiutare da Tool per la ricerca di Keywords

Google mette a disposizione un’applicazione che individua parole chiave e crea un planner pronto per essere utilizzato. Integrate le parole che avete già trovato con quelle suggerite da questo Tool

Come creare pubblicità su Google Adwords “Parte 1″

Come creare pubblicità su Google Adwords “Parte 3″

Commenti

commenti

Consigliati per te