Come posizionare le pubblicità Adsense

dove guardano i nostri occhi

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Effettivamente sembra cosa da poco. Esistono numerosi plugin, estensioni e chi più ne ha più ne metta, in grado di impostare automaticamente gli spazi pubblicitari Adsense all’interno del proprio blog. Qualcuno quindi potrebbe pensare che uno vale l’altro o, peggio ancora, che basta utilizzare questi strumenti per garantirci la massima monetizzazione del nostro lavoro. Se anche tu hai pensato così, qualche volta, ti sbagliavi di grosso! Proviamo a dare delle indicazioni e dei suggerimenti su Google Adsense…

Prima cosa da sapere:

Sai che non tutto lo schermo del PC è visualizzato allo stesso modo dal nostro occhio? La comunicazione visiva vanta tonnellate di studi in merito e l’Advertising è ovviamente uno dei più grandi traini e finanziatori di queste ricerche. Conoscere come l’utente guarda il desktop durante le visite sui Social Network, su Google o su un sito si è rivelato fondamentale per ottimizzare sia l’inserimento delle inserizioni pubblicitarie che per la progettazione dei banner pubblicitari veri e propri.

Le tre immagini seguenti, ad esempio, mostrano il monitoraggio dell’occhio sul desktop in 3 diversi casi molto conosciuti: pagina delle ricerche di Google, bacheca Facebook e landing page pubblicitaria.

tracking map eye site page tracking map eye google Tracking Map Eye Facebook

E’ possibile approfondire il tema attraverso questo libro: Eyetracking Web Usability. L’eyetracking è una tecnica che si è sviluppata negli anni e che ha permesso a molti ricercatori di stabilire come il nostro occhio orienta i propri “interessi” nello spazio. Ricordiamoci che viviamo nell’era della comunicazione visiva e quindi dell’immagine. Fa la differenza posizionare la nostra pubblicità in uno spazio più visualizzato rispetto ad un altro!

Allora entriamo nel merito e vediamo come posizionare le pubblicità Adsense sul proprio blog

Prima regola fondamentale: più è grande l’unità pubblicitaria sul tuo sito e maggiori saranno le possibilità che un utente la veda e passi il cursore su di essa… cliccandoci! Qualche tempo fa Google inviò a molti inserzionisti un suggerimento altamente funzionale ed efficace. Chiedeva la sostituzione dei banner quadrati piccoli con banner quadrati medi. Google assicurava che il banner 336X280 avrebbe permesso un aumento del 22% delle entrate pubblicitarie aumentando la competizione tra le Eye_Tracking_Deviceaziende che pubblicano le proprie inserzioni. Google aveva ragione!

Posizionare bene i propri spazi pubblicitari permette senza dubbio l’aumento del CTR (approfondimento) cioè del rapporto tra visualizzazioni e click. Se anche infatti avessimo tante visualizzazioni, ma i banner non fossero ben sistemati all’interno delle pagine, potremmo anche avere un aumento del CPC (costo per click), ma avremmo comunque poca monetizzazione dovuta al basso CTR.

Anzitutto ti consiglio di sfruttare i banner consigliati da Google. Dobbiamo tenere sempre a mente l’aumento costante di navigazione internet attraverso dispositivi mobili, di conseguenza utilizare formati responsive ed adattabili anche a tablet e smartphone può risultare una mossa vincente.

Inserire una leaderboard ed uno skyscraper grande aiutano solitamente a massimizzare i guadagni. E’ abbastanza importante in questo caso il buon senso. Guardate il template del vostro sito. Se questi elementi non sono ben integrabili allora cambiate formato mantenendo comunque le caratteristiche dei formati sopra citati.

Assai rilevanti vengono considerati i banner posizionati negli spazi adiacenti i contenuti più importanti: il titolo e la fine dell’articolo. La fine del post, in particolare, ritengo sia la zona più remunerativa. L’utente, infatti, con grande naturalezza tende a leggere nello spazio dedicato ai contenuti simili e se dovesse trovare un banner di suo gradimento non avrebbe difficoltà a cliccarci su.

Fate attenzione alle regole di Google Adsense che ti limiteranno l’inserimento di troppe pubblicità all’interno di una stessa pagina (massimo 3 da 300X600 px, tre unità link e due caselle google per la ricerca). In particolare laddove inserirete uno skyscraper largo non potrete inserire anche un banner rettangolare o quadrato largo. Allora scegliete quello che si inserisce meglio nel vostro template.

 

In questo video, in inglese, Google ci offre numerosi consigli su come massimizzare le entrate economiche grazie ai banner Adsense.

 

Cliccando qui potrai trovare ulteriori informazioni e buone pratiche da applicare nella fase di progettazione delle operazioni diinserimento degli spazi Adsense sul tuo sito.

Buona lettura

Commenti

commenti

Consigliati per te